Blog Civicum

Un nuovo sito targato WordPress

COME VA IL TRAM?

lug 10th, 2008 • Categoria: Comuni, Controllate, Trasporti e comunicazioni

SUL SITO WWW.CIVICUM.IT CIFRE TABELLE E CONFRONTI DELLO STUDIO DEL POLITECNICO SUI TRASPORTI LOCALI
Pronte da scaricare!

ROMA  SVILUPPATO Nel 2006 ha registrato il 7% di mezzi in più e vanta la maggior crescita del numero di passeggeri.
MILANO  EFFICIENTE Primato di produttività per dipendente e buon servizio. il 98% delle corse non supera i 10’ di ritardo.
NAPOLI  GENEROSO Offre il biglietto più economico d’Italia e addebita ai passeggeri solo il 18% del costo del servizio.
TORINO  COMODO Tutte le stazioni della metro hanno gli ascensori e sul 75% dei mezzi si viaggia con l’aria condizionata.

di  Giovanni Azzone

I trasporti pubblici locali sono tra i servizi comunali che più influenzano, in modo generalizzato, la nostra qualità della vita. L’analisi delle loro prestazioni rappresenta quindi un modo per capire “dove si vive meglio”.
I dati sui quattro principali comuni italiani, Milano, Napoli, Roma e Torino, non forniscono però una risposta univoca.
Chi vuole una città efficiente e produttiva, in cui le risorse sono usate razionalmente per assicurare trasporti frequenti e puntuali, sceglierebbe indubbiamente Milano, dove il servizio costa al Comune mediamente 9 centesimi per passeggero, la metà di Torino, un quarto di Roma, un settimo di Napoli. Dove la produttività dei dipendenti è del 50% superiore a Roma e Torino e tripla rispetto a Napoli. Dove i passeggeri per dipendente sono sensibilmente superiori a tutto il resto d’Italia. Dove quasi il 98% delle corse non supera i 10 minuti di ritardo.

Diritto gratuito

Chi invece vede nel trasporto pubblico un “diritto gratuito” per tutti e giudica il servizio dal prezzo del biglietto, dovrebbe vivere a Napoli, dove il biglietto giornaliero costa meno che in tutto il resto d’Italia e viene “addebitato” ai passeggeri solo il 18% dei costi complessivi, contro il 53% di Milano o il 45% di Torino.
Se qualcuno vuole privilegiare il confort e la comodità, dovrebbe scegliere la “sabauda” Torino, dove tutte le stazioni metropolitane sono dotate di ascensore, e l’aria condizionata è in dotazione a tutte le vetture metropolitane e al 75% dei mezzi di superficie.
Chi infine è abituato a cercare le occasioni, scegliendo luoghi che verranno valorizzati in futuro, punterebbe tutto su Roma, la città che ha investito maggiormente (quasi 200 € per abitante nel solo 2006), che ha il maggior tasso di rinnovo del parco veicoli (più di un quarto sono stati acquistati negli ultimi tre anni) e che è l’unica delle quattro città dove è aumentato il numero dei veicoli disponibili (+7%). Roma non a caso è la città che ha visto crescere maggiormente i passeggeri del trasporto pubblico locale.

A Francoforte e Zurigo

Come si dice….città a misura di cittadino. Rimane però un dubbio di fondo: perché questo cittadino dovrebbe scegliere l’Italia? Il confronto tra i quattro “grandi comuni nazionali” e il resto d’Europa è infatti spesso “perdente”, non a caso in Italia l’uso del trasporto pubblico costituisce ancora un fenomeno molto meno diffuso che in altre realtà europee. Un solo dato per tutti: il numero dei passeggeri del trasporto pubblico locale, a parità di popolazione residente, a Francoforte o a Zurigo è quasi il doppio che a Milano o Roma.

Articolo taggato con: , ,

is
Scrivi all'autore | Tutti i post di

Lascia un commento