Blog Civicum

Un nuovo sito targato WordPress

Studi e ricerche – Accountability Club

Prima riunione operativa dell’Accountability Club

nov 18th, 2009 • Categoria: Studi e ricerche, Studi e ricerche - Accountability Club
Il 3 novembre si è tenuto il primo incontro operativo del progetto Accountability Club che fa seguito alla presentazione del 25 giugno. La riunione si è svolta sempre presso la sede del Dipartimento della Funzione Pubblica a Roma, dove Civicum ha illustrato il percorso da qua ad un anno che le amministrazioni locali interessate al progetto dovranno percorrere. Con questo progetto Civicum intende riunire le amministrazioni locali che perseguono un modello di chiarezza e trasparenza nella redazione di comunicazioni relative al proprio bilancio, rifacendosi agli standard e alle best practices internazionali in materia di accountability. L’attività di benchmarking sarà basata sull’utilizzo del Rendiconto Civicum, risultato di un benchmark internazionale sulle migliori pratiche di rendicontazione già sperimentato con successo dal Comune capofila di Reggio Emilia e nei confronti del quale già vari comuni hanno mostrato interesse. Le amministrazioni già iscritte al club sono: Bari, Bologna, Bolzano, Catanzaro, Firenze, La Spezia, Messina, Modena, Palermo, Prato, Torino, Trieste, Venezia e l’Unione Comuni della Bassa Romagna. È possibile seguire gli sviluppi dell’A Club anche sul sito del Ministero della Funzione Pubblica dove è stata creata una sezione del progetto. Accountability Club – Programma di Lavoro preliminare Il piano di lavoro segue il ciclo di pianificazione e controllo 2010. Le riunioni (una per tappa) seguiranno in genere di poche settimane la scadenza dell’attività e serviranno da controllo dello stato di avanzamento e da condivisione dell’esperienza. Numero Tappa Obiettivo Prodotto finito Scadenza Riunione 1 Effettuare una pianificazione strategica per la costruzione della RPP coerente con il modello di rendiconto Civicum. Obiettivi misurabili per politica e indicatori (eventualmente in bozza) 30/11/2009 19/01/2010 2 Costruire il PEG integrato nella pianificazione Struttura del Piano esecutivo di gestione per prodotti/progetti 28/02/2010 Da definire 3 Impostare la contabilità analitica per la rilevazione dei costi/ricavi delle politiche Piano dei conti con centri di costo 31/03/2010 Da definire 4 Impostare la governance territoriale per l’analisi delle risultanze delle partecipate e per il consolidamento dei dati Sistemi di reporting per partecipate finalizzati a raccogliere dati in anticipo per poterli inserire nel rendiconto 31/05/2010 Da definire 5 Impostare sistemi di controllo per l’analisi delle cause degli scostamenti Sistemi di controllo coerenti con obiettivi definiti 30/06/2010 Da definire 6 Analizzare l’esperienza fatta, condividere le lezioni apprese, darsi obiettivi di miglioramento Breve relazione su lezioni apprese e obiettivi di miglioramento per ciclo successivo 30/09/2010 Da definire Scarica le slide delle presentazioni del 3 novembre 2009.

Parte l’Accountability Club

lug 3rd, 2009 • Categoria: Studi e ricerche, Studi e ricerche - Accountability Club

E' possibile parlare di uno standard di responsabilità e di trasparenza in tema di bilanci prodotti dalle amministrazioni pubbliche?

Il 25 Giugno Civicum ha presentato a palazzo Vidoni a Roma la nuova iniziativa denominata "Accountability Club" ("Club A"), frutto della collaborazione con il Dipartimento della funzione pubblica.

L'obiettivo è quello di fornire alle Amministrazioni locali la possibilità di confrontarsi sugli strumenti che garantiscono responsabilità nei confronti di ogni singolo cittadino interessato a capire come vengono spesi i suoi soldi. La prima attività proposta dell'Accountability Club è l'adozione del Rendiconto Civicum - risultato di un benchmark internazionale sulle migliori pratiche di rendicontazione - che è già stato sperimentato con successo dal Comune di Reggio Emilia. Al primo incontro hanno partecipato i rappresentanti dei Comuni di Bolzano, Cagliari, Cremona, La Spezia, Modena, Palermo, Prato, Torino, Trieste e Venezia, la Provincia di Pescara e l'Unione dei Comuni della Bassa Romagna. L'iniziativa è aperta e già altri importanti Comuni si stanno muovendo in proposito.

Scarica le slides della presentazione: